Qualità ed etica per il re del cashmere

Famoso in tutto il mondo come il “re del cashmere”, l’imprenditore Brunello Cucinelli rivela a Marie Claire, in uscita lunedì 16 aprile, come conciliare il profitto e l’etica, gli investimenti e il misticismo, il lusso e la dignità.

«Il progetto di andare in borsa accompagna un obiettivo di crescita garbata e sostenibile». A parlare è Brunello Cucinelli che annuncia così il suo prossimo sbarco tra i titoli quotati, delineando un approccio originale all’operazione. «In Italia il 90 per cento delle imprese familiari muoiono con il loro fondatore. Alla mia, non voglio che succeda». Il suo quartier generale, il borgo medievale perugino Solomeo, da lui completamente ristrutturato, ospita la sua azienda dal 2009, anno simbolo della crisi. Da allora ha visto aumentare i dipendenti, il fatturato e gli investimenti. Una bella case history che culmina oggi con la decisione di quotare il marchio alla Borsa di Milano. Il segreto? Lo rivela a Marie Claire lo stesso Cucinelli: «Aspiro al profitto, ogni impresa deve produrne, è la ragione della sua esistenza. Il punto è: com’è generata? Solo con l’etica, la dignità e la morale». E continua: «Il problema è sempre lo stesso: un bravo imprenditore deve stabilire buone relazioni con i suoi dipendenti. Se ci riesce, anche il prodotto migliora». A Solomeo gli operai non timbrano il cartellino e, nella mensa comune, si mangiano i manicaretti preparati dalle signore del paese. Il risultato è una moda di gusto e qualità ad alti livelli. Come i prezzi: «Dicono che i miei capi siano cari, io preferisco definirli costosi: è diverso, perché dà più rilievo al lavoro e alla qualità che contengono».

(Si ringrazia Hearst Magazines Italia, foto da prepidemic.com)

Unopiù, outdoor lifestyle

Fuori c’è un freddo assurdo, ma nella cassetta della posta oggi ho trovato il catalogo Unopiù 2012. E’ primavera!

La Unopiù nasce nella campagna della Tuscia, a 15 km da Viterbo, in quel di Soriano nel Cimino, un’incantevole località immersa nel verde, già meta delle vacanze di Pirandello.

Unopiù rappresenta la cura e la cultura del giardino, le migliori soluzioni per arredare gli spazi aperti come fossero “stanze verdi”, parte integrante della casa, con la stessa attenzione, con la stessa ricercatezza.

I prodotti Unopiù sono raccolti in tre famiglie di strutture e arredi, distinte per stili, forme e materiali: la Collezione Classic che rivisita una tradizione dal gusto intramontabile; la Collezione Contemporary, dove l’outdoor design è al servizio del comfort e della funzionalità ed infine, la Collezione Easy Life, dallo stile fresco e colorato, destinato ad una clientela giovanile e dinamica.

Stiamo parlando comunque di strutture dal forte impatto scenografico che ridimensionano i confini tra indoor e outdoor, collezioni impreziosite da finiture di altissima qualità e da texture fresche e accattivanti, dove materiali immortali come teak e ferro ridisegnano sapientemente le geografie di un design sempre più sofisticato e tecnologico, ma con il fascino di oggetti d’arte intramontabili.

Molte delle novità 2012 si avvalgono della collaborazione di affermati designer, tra cui Marco Acerbis e Matteo Thun,  che hanno utilizzato la loro vena creativa per realizzare arredi innovativi e seducenti sia dal punto di vista estetico che funzionale.

Ogni stagione, c’è una piacevole attesa per il nuovo catalogo che si arricchisce, di volta in volta, di tante novità. Non è ancora tempo&modo di portare in giardino i miei Unopiù, come le sdraio in teak Titanic e le poltrone Emily, oppure le sedie e i tavolini in ferro Aurora. Nel frattempo, ammiro e scelgo.

La mia wishlist 2012?

Chiase-longue Swing, uno dei pezzi cult di Unopiù, una struttura ondulata con cuscino poggiatesta

Continua a leggere

Gift List, il pensiero giusto alla persona giusta

 

Cosa SALMERINO AFFUMICATO TROTA ORO

Per chi Per tutti coloro che amano concedersi qualche volta,  il lusso di mangiare un pezzo di Trentino e di sentirlo pure.

Perché Qui del sano campanilismo ci sta tutto. Anzi, di questo orgoglio d’azienda che opera nel mio paese natale me ne vanto proprio. Ma passiamo al Salmerino affumicato. È un prodotto di nicchia destinato a consumatori esigenti che ne sanno apprezzare la delicatezza. Accurate e ricercate sono le fasi di lavorazione: allevato nelle fresche acque dei torrenti del Parco Naturale Adamello Brenta, filettato, salato a mano con sale dolce di cervia e zucchero di canna equosolidale dall’Equador, viene infine affumicato bruciando segatura di legni pregiati di alta montagna.

Visto affogato al Ferrari Perlé Rosé alla Locanda Margon

Dove Trota Oro in Loc. Isolo 1 a Preore (TN) Tel 0465.322773 info@trotaoro.it www.trotaoro.it

Cioccolato, la passione continua

Cristoforo Colombo non fu molto entusiasta della tazza di cacahuatl, la bevanda fredda e amara a base di semi di cacao e spezie che gli fu offerta dagli aztechi.
A distanza di 500 anni, dopo una lunga storia (che un giorno vi racconterò), una tazza di cioccolata calda può entusiasmare gli amici.

Ecco un modo semplice per farla in casa.
Ingredienti per due persone:
– cioccolato fondente di buona qualità: 50 grammi
– latte: quanto basta per due tazze
– zucchero: a piacere
– un divano: molto comodo
– un film: consiglio ‘Il favoloso mondo di Amelie’
Sciogliete a fiamma bassa il cioccolato in un pentolino con poco latte finché diventa cremoso. Poi aggiungete lentamente il latte rimasto fino alla consistenza che desiderate. Zuccherate come gradite e condividete questo piccolo piacere della vita.

In base al cioccolato di partenza potrete decidere il vostro risultato. Una tavoletta di Venchi http://www.venchi.it/ al 70% per chi ama l’exta fondente ed il gusto intenso, oppure una gradevole tavoletta Venchi al 56% per chi ha l’animo più dolce.

Per il prossimo Natale potrebbe essere una buona idea regalare un preparato di qualità. Vi consiglio i preparati per cioccolata in tazza di Andrea Stainer http://stainerchocolate.it/

E i piaceri del cioccolato non finiscono qui..

am

La fabbrica di cioccolato Trailer con Johnny Depp

Domori, il lusso di un cacao cult ma etico

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quella di Domori sembra una favola al profumo di cacao. Fondata nel 1993 da Mack Domori, alias Gianluca Franzoni, quest’azienda detiene un primato: al mondo è l’unica fabbrica di cioccolato che utilizzi soltanto cacao aromatico, cioè delle qualità migliori al mondo, del quale si raccolgono soltanto il 10 per cento del totale, del tipo Criollo, bacche che si presume fossero quelle coltivate dai Maya.

Quasi vent’anni anni fa, Franzoni ha voltato le spalle al mercato, scegliendo di investire nella qualità e nell’ambiente; è andato in Venezuela, dove ha scoperto le diverse specie di cacao pregiate. Da lì, le prime sperimentazioni di pratica di campo e post-raccolta del cacao, finalizzate alla conservazione della biodiversità. In un mondo orientato all’omologazione e all’annullamento delle differenze, l’obiettivo di Domori è stato quello di salvaguardare il gusto nella sua biodiversità, impedendo l’estinzione di materie pregiate come il Criollo che nonostante le eccezionali qualità organolettiche non è un cacao trattato dalle multinazionali perché poco produttivo e redditizio per la grande distribuzione. 

E così nasce Domori. Protagonista il cacao, una lussuosa tentazione che coinvolge sia il corpo che la mente e che coinvolge in tutte le sue declinazioni.  Il “cioccolato puro” Domori ad esempio, proviene da un cacao aromatico di altissima qualità, l’unico in grado di reggere la prova del gusto senza aggiunta di lecitina, aromi e zucchero, ma solo pura pasta di cacao.

Se oggi si può parlare ancora di “criollo” e di “trinitario” (altra varietà pregiata di cacao)  lo dobbiamo proprio a questa azienda. La preservazione del cacao nobile, però, va di pari passo con la difesa dei luoghi, della cultura e delle popolazioni del cioccolato. Domori promuove da tempo campagne d’informazione e attività concrete per la salvaguardia della foresta pluviale (habitat naturale delle piante di Criollo) nonché per la valorizzazione del lavoro dei piantatori. Un impegno a 360° sul piano dei valori che ha portato anche frutti per quanto riguarda la produzione: la tavoletta biologica di alta qualità denominata “Chacao”.

Battersi per l’ambiente, significa anche battersi per la dignità dell’uomo e la capacità di percorrere determinate scelte.

www.domori.com

 

In Trentino puoi trovare i prodotti Domori alla Casa del Caffè in Via S.Pietro, 38 a Trento tel. 0461.985104 oppure su http://www.illyeshop.com/online/store/categoria_cioccolato

Felicetti… di impastare la farina con il cielo

www.felicetti.it

 

Gift list, il pensiero giusto alla persona giusta

Cosa SET DI BIANCHERIA PER LA CUCINA E LA TAVOLA LE JACQUARD FRANCAIS

Perché Per portare in cucina il culto della casa, dell’eleganza e dello stile tipico della Francia dove la fabbricazione di biancheria per la casa è un settore ricco di esperienza e tradizioni, fortemente radicate. Attività artigianali che si tramandano da una generazione all’altra grazie anche alla celebrità dei marchi produttori, degli articoli simbolo, alla costante ricerca dei gusti del momento.

Per chi Per signore che amano l’alta qualità artigianale dei tessuti per la biancheria della cucina

Visto da “Il mondo di Csaba”, la rubrica glamour di bon ton e stile a tavola, più seguita sul digitale terrestre

Dove www.le-jacquard-francais.fr Gallizioli via Manci, 63 Trento tel. 0461.237399

La classe non è acqua, è Acqua di Parma

E’ il 1916, quando a Parma, città colta e aristocratica, abili maestri profumieri con una straordinaria e moderna sensibilità non solo olfattiva, danno vita ad una fragranza insolitamente fresca, pulita e lieve rispetto ai profumi forti e intensi dell’epoca. Ed è subito successo.

Qualità, creatività, eleganza ed esclusività sono i primi ingredienti di questa essenza di classe. La scelta dei materiali più nobili, lavorazioni artigianali tra le più accurate, la capacità di immaginare e dare forma ad uno stile autentico e senza tempo al di là di ogni tendenza, sono le caratteristiche che hanno ispirato nei decenni, la linea di prodotti di Acqua di Parma.

La Colonia infatti è solo l’emblema di una ricca serie di prodotti preziosi, fragranze femminili, collezioni per uomo, per la casa e la linea benessere. Il segreto sta nella classicità di questo brand e nel rispetto della tradizione. Nella sua Collezione Barbiere, ad esempio, Acqua di Parma presenta un nuovo modo di interpretare la rasatura e la storia tutta italiana che l’accompagna da anni. Radersi diventa un momento di grande piacere se fatto con prodotti e accessori di alta qualità, design ed ergonomia, sia che si abbia la necessità di una rasatura pratica e rapida, sia che si desideri tutto il comfort di una rasatura al pennello, realizzato in legno wengè naturale e pelo di tasso di prima qualità. Un oggetto di design per il bagno, come tutti i prodotti Acqua di Parma.

Estremamente raffinato il packing, che si distingue per la matrice estetica di grande eleganza ed essenzialità. I colori sono nobili, i grafismi del nero, le cromie del giallo (oro), la purezza del vetro. Pur avendo compiuto più di cento anni, quello che rimane è la straordinaria contemporaneità di questo brand, segno che la vera classe non è acqua.

Per un lusso discreto, tanto amato da tempi&modi.

 

www.acquadiparma.it

 

In Trentino puoi trovare Acqua di Parma presso la Profumeria Estro in via Roggia Grande,26 a Trento

 

TESTO – ds

FOTOGRAFIA – ds @Casa Campanelle

MUSICA – viva ligabue http://www.youtube.com/watch?v=6TCHlYqhOm8

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: