L’ispirazione del giorno

bibliotecaLa gioia dell’incontro. La versione online di “bibbie” come Ville&Casali, VilleGiardini, Marie Claire Maison, AD e Case Country, rimane una tentazione, ma ogni volta che penso alle centinaia di riviste di arredamento/design che da più di dieci anni colleziono, la mia scelta finale è “senza se e senza ma”, la “gioia dell’incontro”. le sfoglio e le risfoglio, ogni tanto incontro una pagina strappata. Un’ispirazione raccolta, chissà se il sogno poi si è realizzato… Oggi, di nuovo, un numero di AD del dicembre 2003 (una Collector’s Edition), che tratta di pezzi attualissimi di Poltrona Frau, Foscarini, Manolo, Etro, Mies Van der Rohe, ecc,  mi ha fatto oltremodo comprendere il valore di quel patrimonio tangibile e consultabile “a pelle” che mai nessun sentimento virtuale potrà mai intaccare.

Elle Luxe, pages to dream about

E’ in edicola ELLE LUXE, il nuovo album dei sogni di Elle, dedicata al bello estremo.   

advertorial_elle_luxe

«Il lusso fa sognare, ci fa interagire coi nostri desideri. Non è poco, ecco perché abbiamo creato Elle Luxe», dice Eugenio Gallavotti, vicedirettore che evoca, nel suo editoriale, anche Coco Chanel: “Il vero lusso suscita ammirazione, non invidia”.

ELLE LUXE risponde a una domanda globale di prodotti di lusso e a un bisogno di bello estremo, ponendosi come link tra il sogno e la vita reale. Un magazine che parla di eccellenza ed esclusività, pensato per una donna internazionale e metropolitana, con una forte sensibilità al brand e alla qualità.  ELLE LUXE racconta storie di moda e bellezza, accessori e oggetti personali; storie di icone moderne e principesse contemporanee, di grandi marchi e piccoli piaceri.

Nel primo numero di ELLE LUXE: un servizio Haute Couture; un’intervista esclusiva a Goga Ashkenazi, neo-proprietaria e direttrice creativa di Vionnet, che per la prima volta apre le porte della sua casa milanese; la storia della businesswoman cinese Shaw-Lan Wang che ha costruito un colosso editoriale nel Sud-est asiatico prima di partire alla conquista dell’Occidente, acquistando la Maison Lanvin. ELLE LUXE entra nel meraviglioso palazzo del ’700 di Van Cleef & Arpels per insegnare a riconoscere le pietre preziose, indossarle, adattarle al proprio stile e attraverso le parole di  Pierre Rainero, direttore immagine, stile e patrimonio di Cartier, spiega come il lusso esplori la nostra capacità di andare sino in fondo e di metterci alla prova. Nell’inserto gioielli, impreziosito da un carta di grammatura più importante, i pezzi più straordinari dell’Haute Joaillerie. Inoltre, le mete da sogno dei globe trotter del lusso e i pezzi più straordinari del 2013 tra moda, accessori, beauty e design.

Il carattere internazionale di ELLE LUXE è sottolineato dalla scelta dei testi in formato bilingue (italiano-inglese) e dalla sua distribuzione nei principali aeroporti e nelle edicole di Rio e San Paolo; Mosca e San Pietroburgo; Parigi; Principato di Monaco; Monaco e Düsseldorf; Londra; Ginevra e Zurigo; Boston, New York, Los Angeles, Miami, Chicago, Las Vegas, Huston; Istanbul; Singapore; Hong Kong; Dubai; Beirut; Tokio; Pechino e Shanghai; Seoul. 

Inoltre, in Italia e all’estero, al di là della tradizionale distribuzione nel circuito edicola, il magazine sarà presente in un network selezionato di hotel e boutique esclusivi, nelle principali mete dello shopping, nelle più importanti località turistiche invernali. 

Uno Style speciale

Esiste uno stile contadino nel tempo della globalizzazione? La campagna suggerisce un modo di vivere che non ha “stile”, che ha radici in una cultura antica fatta di valori e rispetto, ma anche di semplicità, povertà ed eleganza. Un mondo quindi, stranamente attuale e pieno di fascino. Un mondo per giovani. Tutto questo è ciò che racconta con la bellezza, l’eleganza e la professionalità di sempre, un numero speciale di Style (Corriere della Sera) che intitola Country Life, non per fare il verso ai britannici, ma per ricordare che questa Italia, fatta di locande, cibi, abiti rustici, e chic, cultura e arte, piace in tutto il mondo. E piace molto anche a T&M.

Ecco i servizi che potete trovare tra le pagine di questo numero 1 aprile – maggio consigliati da T&M.

“Cosa succede in campagna”, nuovi veicoli eco, ma di design. Il verde come opera d’arte, così come la zappa. E per i nostalgici, un ranch stile old West, con stivali hi-tech.

La classifica dei country resort, antiche case coloniche, masserie fortificate, vecchi mulini, recuperati con passione.

Il prefetto chicnic, i migliori prati, gli eco accessori, i cestini preparati dagli chef.

A centimetro zero. La nuova tendenza verde, da Michelle Obama a Laura Biagiotti tutti con la zappetta in mano. A New York si pianta e si raccoglie in cima ai tetti, ma basta anche un balcone per  avere una provvista che dura una stagione: pomodori, insalata e basilico a qualità controllata. Di persona.

Il vestito educato. Il ben vestire dei contadini alla domenica non  è un semplice cambio d’abito, è soprattutto un gesto di cortesia e rispetto. Con un codice, fatto di regole semplci che dettano ancora oggi uno stile.

Straordinarie fotografie corredano il servizio dedicato al fotografo di moda Giovanni Gastel, nipote di Luchino Visconti, ritratto mentre si rifugia nella casa di campagna e il servizio seguente, su un itinerario tra gli aromi dalla Lunigiana alle isole dell’arcipelago, dietro agli odori di macchia tra ginestre, fiordalisi, rose selvatiche, gelsomini, facendo tapppa in agriturismi e taverne immersi nella fioritura. 

Stile di campagna. La Sahariana è il capo classico del guardaroba contadino, perfetto per l’estate. Come sceglierlo e gli indirizzi dei sarti campagnoli.

Nel servizio di moda Country Chic intitola “In Villa”, le fotografie di Stefan Giftthaler ritraggono atmosfere raffinate, abiti semplci, divanetto e boiserie. Un mondo contemporaneo fatto di seta, cashmere, cotone  intrecciato. 

Garden Breakfast con fiori, ingredienti freschissimi e un tavolo preparato come le tele dei maestri.

Imperdibile una selezione di tessuti per l’arredamento, rigati in lino fatti a mano o ricami minuscoli in poliestere e cotone per dare tono all’essenziale, motivi pop Gio Ponti e maculati esotici per una dimora country di vacanza, chic e originale.

E per finire, una mossa giusta, “La mossa della torre”: guida all’acquisto di un rudere e relativo restauro. Ad esempio, antiche rocche con terreno in vendita in Umbria. Con tanto di capitolato per la ristrutturazione.

Davvero un sogno di rivista.

Esercizio al Bello

Sono la nostra “palestra”, un esercizio di stile ed estetica, ci formano l’occhio al Bello, ci aprono il cuore alle meraviglie che ci circondano. Sono le riviste di arredamento e di design.

Da aprire, sfgogliare, osservare e trarre ispirazione da tradurre in realtà. Personalmente raccolgo da anni riviste come AD, Ville&Casali, Case Country, VilleGiardini. Sono state la mia “Bibbia” nel restauro di Casa Campanelle. Quelle spendide immagini di interni di casali, dimore inglesi e appartamenti newyorkesi, di giardini all’italiana, di terrazze e attici verdi, di parchi e orti medievali, sono state ispirazione e guida nelle mie scelte. Pavimenti, mobili, oggetti, tessuti, piante, anche semplici dettagli, ma soprattutto il “sentiment”, l’atmosfera e il gusto che ogni singola immagine sa comunicare della Bellezza.

Oggi in edicola ho trovato un VilleGiardini completamente rinnovato.

Dal punto di vista formale: un cambio della copertina e del formato, una scelta grafica più moderna ed aggressiva, la valorizzazione delle immagini e dei prodotti, una ricerca di caratteri più consoni al nuovo abito. Più ritmo e più grinta mantenendo l’eleganza e la suggestione di sempre. Dal punto di vista dei contenuti, l’approccio di VilleGiardini è classico e contemporaneo allo stesso tempo.

Un viaggio alla riscoperta del territorio, dei tesori dell’agroalimentare, del paesaggio costruito e coltivato dall’uomo, della tradizione e dei prodotti doc. Un viaggio a 360° per aiutare a fare scelte di qualità, per abitare con tutti i comfort, per stare bene con se stessi e con la natura.

In vetrina, case piene di fascino e con un’anima, accompagnate da approfondimenti e suggerimenti sulle scelte dei proprietari (ambienti, materiali, scelte strutturali, soluzioni di arredo, arte del ricevere). Stessa strada seguita per gli spazi dedicati al verde. Il giardino si apre a spazi di informazione più approfonditi e a nuove rubriche: lo specialista che svela i segreti per scegliere le piante e mantenerle in salute, l’esperto che suggerisce gli acquisti, le novità degli arredi outdoor.

All’emozione di una casa immersa nel verde o di un giardino d’autore si unisce la sobria eleganza degli interni che riflettono la personalità di chi ci abita. Tante informazioni utili, nomi giusti, indirizzi e approfondimenti pratici.

Oggi, si stanno affermando sempre di più, un modo di vivere a tu per tu con l’ambiente e con ciò che di Bello ci offre il territorio e una nuova passione per il verde, la riscoperta della tradizione, l’eccellenza dei prodotti e dell’artigianalità.

Che non ci colgano impreparati!

Protagonisti alla settimana della Moda di Milano

Per vivere in prima fila l’appuntamento clou del calendario milanese, Hearst magazines Italia allestisce, per la prima volta, Hearst Fashion Box, uno spazio multimediale in cui vivere la settimana della Moda tra tendenze & tecnologia.  

Dal 22 al 28 febbraio Elle, Marie Claire, Gioia e Cosmopolitan aspettano le lettrici all’Hearst Fashion Box in piazza Cadorna, dove potranno assistere alle proiezioni delle sfilate delle collezioni donna  A/I 2012, consultare attraverso il tavolo touch screen i numeri della moda dei magazine, collegarsi mediante le postazioni iPad ai siti d’interesse e partecipare agli incontri con esperti moda e beauty delle testate.

Un’esperienza immersiva per vivere la moda in tutte le sue sfumature dedicata soprattutto ai fashion addicted. Nel cubo realizzato grazie al project design by Elle Decor, si crea la perfetta sinergia tra carta stampata e multimedialità. Il maxischermo permette di essere in prima fila alle sfilate A/I 2012. Le postazioni iPad di Hearst Fashion Box consentono di collegarsi ai siti delle testate elle.it, marieclaire.it, cosmopolitan.it. per avere live i consigli e le dritte sulla Fashion Week dagli esperti  dei magazine Hearst. Inoltre, il collegamento Wi-Fi permette alle fashion blogger di avere una postazione nel cuore di Milano, dove creare in diretta i contenuti da postare.

Da giovedì 23 a domenica 26 i giornalisti di Elle, Marie Claire, Gioia e Cosmopolitan incontreranno il pubblico all’Hearst Fashion Box per un appuntamento quotidiano declinato sul  mood della testata di riferimento per uno spaccato sul mondo della moda che interesserà sia la parte creativa che quella della comunicazione. Un appuntamento rivolto soprattutto ai giovani e agli studenti che verranno coinvolti tramite newsletter ad hoc degli iscritti ai nostri siti, le nostre pagine Facebook e Twitter.

Ecco il calendario degli incontri

GIOVEDI’ 23 FEBBRAIO ORE 17.00 – ELLE: Eugenio Gallavotti “La teoria dei colori, da Schiaparelli a Gucci”

VENERDI’ 24 FEBBRAIO ORE 17.00 – GIOIA: Antonella Grua “Profumo, anima invisibile della moda”

SABATO 25 FEBBRAIO ORE 17.00 – MARIE CLAIRE: Antonio Mancinelli “Le sfilate: spettacolo o realtà?”

DOMENICA 26 FEBBRAIO ORE 16.00 – COSMOPOLITAN  “Trascorri un pomeriggio tra moda&bellezza con Paolo Lapicca e Andrea Berni”

Hearst Fashion Box, in piazza Cadorna,  è aperto al pubblico dalle 8.30 alle 21.00 dal 22 al 28 febbraio.

 

 

 

Archeologia, alla scoperta della Val di Non

Il numero di settembre-ottobre di Archeologia Viva propone un ampio servizio curato da Lorenza Endrizzi e Franco Nicolis.

Alla rivista è allegato anche un DVD in omaggio dal titolo “Archeologia in Val di Non. Storia e identità di un territorio alpino. Il Museo Retico di Sanzeno”, realizzato in collaborazione con il Consorzio dei Comuni Bim dell’Adige, l’Azienda per il Turismo Val di Non e il Comune di Sanzeno.

wwww.archeologiaviva.it

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: