BMW 520d Touring, è il lato B che fa la differenza

Distese di vigneti ormai vestiti a festa prima dell’inverno, dimore storiche e castelli, rappresentano lo scenario di questo nostro tour di fine ottobre.

La partenza è fissata a sud del capoluogo, in località Acquaviva, nei pressi del Palazzo Bortolazzi, un’antica dimora barocca circondata da un parco secolare. Qui “incontriamo” l’auto che ci accompagnerà nel nostro viaggio, una Bmw 520d Touring, un classico in chiave hi-tech.

Ci accomodiamo subito all’interno. Classico stile BMW per l’abitacolo, connubio in verità molto piacevole tra moderno design e funzionalità; l’accoglienza di bordo raggiunge livelli di eccellenza, merito anche delle poltrone anteriori “Comfort”, caratterizzate dalla regolazione in due porzioni distinte degli stessi schienali e con poggiatesta avvolgenti. Ariosa la sistemazione posteriore che riceve attenzioni specifiche, con l’adozione di un divano frazionato in tre parti, abbattibile automaticamente tramite pulsante ed equipaggiabile di schienali regolabili nell’inclinazione.

E’ da ammettere, sulla station tedesca, il raccordo tra l’eleganza della “5” classica con la novità del volume aggiunto è tra le note più liete, nelle giuste proporzioni per consentire l’indispensabile sportività da un lato e versatilità dall’altro.

Ma si parte, in direzione sud. Quasi cinque metri di lunghezza non sono pochi, eppure la Touring scorre via sottile, importante ma leggera, frutto di proporzioni minuziosamente studiate che restituiscono equilibrio sotto ogni angolazione. Raggiungiamo l’abitato di Besenello. Da qui saliamo qualche chilometro fino a raggiungere Castel Beseno la più grande struttura fortificata della regione http://www.buonconsiglio.it/index.php/it/Castel-Beseno. Visita, panorama mozzafiato sulla Valle dell’Adige, e via, si riparte. Strada statale 12 dell’Abetone e del Brennero direzione sud.

Appena lasciato l’abitato di Calliano, possiamo ammirare alla nostra sinistra, circondato da vigneti, Castel Pietra http://www.castelpietra.info/. Ma proseguiamo. La nostra Bmw è un salotto viaggiante di prima classe, sul piano della guida non rivela alcuna incertezza, garantendo un feeling di raro benessere. Spiccano la rigidità e la precisione del telaio, l’equilibrio sopraffino e la generale sensazione di facilità e confidenza che si “respirano” da subito, e che rendono l’auto più guidabile e maneggevole di quando dicano stazza e dimensioni.

Dopo pochi chilometri arriviamo a Rovereto. Una parte della giornata è dedicata alla visita di questa bellissima città d’arte, il Mart, il Castello, i palazzi storici. Shopping tra le botteghe artigiane del centro.

Si riparte dopo aver pranzato in uno dei ristoranti che offrono piatti realizzati esclusivamente con prodotti trentini. Tappa obbligata a  Villa Lagarina alla Distilleria Marzadro http://www.marzadro.it/ per l’acquisto di alcune bottiglie della miglior grappa trentina. Si sale quindi da Nogaredo in direzione Castel Noarna http://www.castelnoarna.com/ E’ il sito glamour della settimana su tempi&modi!

Nella salita al castello, la nostra auto ci regala grandi soddisfazioni. Opzioni tecnologiche quali sospensioni regolabili e sterzata integrale, permettono di ampliare notevolmente la capacità dell’auto di adattarsi ad umore e percorso: le prime passano dal soffice e vellutato allo sportivo, la seconda consente essenzialmente più maneggevolezza in manovra e maggior intensità di pilotaggio.

Meritano un plauso le sospensioni con ammortizzatori regolabili  secondo stile e velocità di marcia. Si spazia così da un assorbimento davvero vellutato, ideale per una marcia il più possibile rilassante, ad una fermezza sportiva della risposta, che offre il grande vantaggio della versatilità.

E’ ora di ripartire. Si scende in direzione Isera e poi entrati in autostrada al casello di Rovereto Sud viaggiamo verso Avio, la nostra meta. In autostrada, l’insonorizzazione della nostra Bmw è sopraffina. Usciti al casello Ala-Avio e prendiamo la direzione del Castello di Sabbionara http://www.fondoambiente.it/beni/castello-di-avio-beni-del-fai.asp che si erge maestoso davanti a noi. Si tratta di un egregio esempio di costruzione castellana medievale e rappresenta uno tra i più noti ed antichi monumenti fortificati del Trentino. Domani, domenica 30 ottobre, saremo di nuovo qui, perché per tutto il pomeriggio verranno organizzate visite al Castello e momenti teatrali. A fine percorso verranno offerte caldarroste, vin brûlé e ottimi vini locali.

Che dire, pienamente soddisfatti di questo Touring-art!

 

TESTO – ds ispirata da www.auto.it

FOTOGRAFIA – www.auto.it

MUSICA – touring ramones http://www.youtube.com/watch?v=YlW9Vo8yHzM&ob=av2e

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: