Cinque sensi, il mio solo desiderio. L’olfatto

Mi chiamo Geneviève e sono felice di vivere un Amore impossibile.

Sono la protagonista insieme a Lui, il mio unicorno, di una storia di passione, piacere e Amore, raccontata attraverso l’ordito e la trama di sei maestosi arazzi, intrecciati da fili di seta e di lana che mi hanno eternamente ivi imprigionata.

Pur in questa prigione d’oro e di rosso vermiglio, respiro un’atmosfera profondamente poetica grazie all’armonia che mi circonda. Vivo tra migliaia di minuscoli fiori e uccelli, su un’isola di colore blu scuro, ugualmente fiorita e incorniciata da alberi stilizzati e cosparsi di fiori. Sono giovane, bionda, il mio viso è indecifrabile e non mi separo mai dal mio enigmatico unicorno.  

In questo secondo arazzo sto intrecciando una corona con dei fiori che la mia damigella mi porge su un piatto. Dietro di me, sul suo lato sinistro, potete vedere nuovamente la scimmietta che sta annusando un fiore che ha sottratto da un cesto. Accanto a me, sempre il mio Unicorno e il leone, che rappresenta la nobiltà, la forza e il coraggio.

Io lo sento e voi? Il profumo di questi fiori, dei frutti sugli alberi, dell’alito del mi compagno Unicorno?

Questi profumi arrivano alla mia mente, ancor prima che alle mie narici.

Sto pensando dentro di me, se non potessi vedere, se non potessi toccare, se non potessi sentire, se non potessi gustare, come lo ritroverei il mio Amore se non con questo senso?

E’ il mio senso dell’olfatto: e ti dico, percepiscimi!

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: