Braccialetto Cruciani, fortuna e amore ricamati in macramè

Dal modello a quadrifoglio a quello con i lucchetti di Ponte Milvio. E’ stato il must have dell’estate scorsa, il braccialettino in macramè di Cruciani, l’accessorio venduto esclusivamente nelle boutiques monomarca di Milano e Forte dei Marmi, che rappresenta un piccolo gioiello della maestria artigianale italiana. Il suo valore sta nel nome che porta, Cruciani, e nell’eredità ed esperienza dell’azienda di merletti Arnaldo Caprai, raccolta con orgoglio dall’azienda Cruciani. E nel suo straordinario successo, possiamo dire, mondiale.

Il fenomeno dei braccialetti quadrifoglio Cruciani è scoppiato nell’agosto 2011 quando, davanti alla boutique Cruciani di Forte dei Marmi, si registrarono per i due mesi successivi, code interminabili di persone che affollavano il negozio, giorno e notte, pur di accaparrarsi uno o più dei 30 colori del braccialetto dell’estate.

Il boom non ha impiegato molto ad estendersi a tutta la Penisola e non solo (Europa, America e Giappone). Con l’arrivo della Vogue Fashion Night Out meneghina i braccialetti hanno fatto il loro debutto ufficiale anche a Milano, dove il successo fu riconfermato da un’edizione limitata realizzata dalla maison in occasione della settimana della moda milanese. Alla fine del settembre 2011, il braccialetto quadrifoglio è diventato un progetto charity per la città di Fukushima, “Cruciani x 3/11”, mentre nel novembre 2011 è stata sperimentata una nuova idea, “Made in China” e gli oramai celeberrimi braccialetti quadrifoglio Cruciani sono diventati il soggetto di due opere d’arte dell’artista Marco Bertin. Infine, in questi giorni, a Pitti Uomo, Cruciani ha presentato il Concept Store  modulare. Prossima tappa, Maison et Object a Parigi.
 
Da regalare o da regalarsi, insomma, da avere. Aspettatevelo nella Gift List♥ S.Valentine Special. 
 
 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: