Per New York, a (s)passo di danza

Per chi ama danza e fotografia, è un progetto importante, per tutti gli altri è un modo nuovo di visitare New York, scegliendo come guida due forme d’arte. E’ Ballerina Project, una ricchissima raccolta di immagini realizzata nelle strade di New York, da Brooklyn a Central Park, dal Queens a Coney Island.

Una decina di anni fa, Dane Shitagi, un giovane fotografo originario di Honolulu, camminava per le vie di Broadway alla ricerca di una ballerina che potesse aiutarlo a realizzare un progetto fotografico, ovvero catturare immagini di danza in contesti urbani.

E’ nato così Ballerina Project, un progetto artistico che celebra la danza e la fotografia grazie alla forma, la fisicità e le emozioni dei corpi flessuosi in estrema armonia con il paesaggio.

La maggior parte delle protagoniste degli scatti sono ballerine professioniste e in parte, allieve a fine percorso di famose scuole di danza.

Da ispirarsi sul sito web http://ballerinaproject.com/ da seguire su http://www.facebook.com/pages/ballerina-project/22455674948?sk=app_4949752878

Questa presentazione richiede JavaScript.

  1. Trovo straordinaria la cura nella ricerca di equilibrio tra la figura femminile (in tutte le sue varianti) e l’ambientazione. La scelta di un qualsivoglia movimento della ballerina non appare mai stonato rispetto alla scenografia, anzi è talmente armonico da rendere il tutto maggiormente vibrante. Si tratta vere opere d’arte, che personalmente trovo di grande ispirazione per i miei lavori di scultore dilettante. Complimenti e grazie a Dane Shitagi.
    Mauro

  2. La ringrazio Mauro per il Suo contributo. Il lavoro di Shitagi è davvero di grande ispirazione. La cosa straordinaria è che si rivela di grande ispirazione anche a persone come me “estranee” al mondo della fotografia e della danza. Come una forma d’arte assoluta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: