(se vuoi) “Vengo via con te” in 50 città

E’ impossibile non ritrovarsi in almeno uno dei personaggi di “Vengo via con te. Storie d’amore e latitudini”, il libro d’Amore e sentimenti di Henry J. Ginsberg. Un libro che sa emozionare proprio per il suo “realismo” ed il coinvolgimento con il lettore. Nel leggere le sue pagine, ognuno di noi può ritrovarsi e può capirsi. Un potere straordinario… Vengo via con te. Storie d’amore e latitudini  è in attesa di partire per le 50 città protagoniste dei suoi racconti. La sua missione è quella di “abbandonarsi” al suo destino, un dono d’amore incondizionato per chi lo troverà.

Ecco le immagini e le testimonianze di dove e di chi lo ha abbandonato. Viaggi d’Amore.

 

IBIZA. 16 aprile, ore 20.30

“Poi cominciò a dipingere. Si sentiva la musica arrivare dal apese. Si sentiva il suono delle sfere celesti che roteano senza posa sopra le terre in cui la gente si diverte e mangia il fiore del loto e non pensa al domani”

73328_522654584442955_1411182956_n

(Sara)

 

VIENNA. 24 gennaio, ore 12

“Alzò lo sguardo al cielo perché è il cielo il luogo degli innamorati, le costellazioni sfavillantie tutti quei satelliti. Era felice di essere lì e adesso. E di vivere”

foto

 (Susanna)

 

PALERMO.  20 gennaio, ore 10

“Mia zia aveva perso la testa, chiaramente. prima l’aveva persa per un sacco di uomini, quindi in fondo solo per se stessa, perché se ami questo e quello, se voli come l’ape sui fiori, è solo di quell’andare che ti importa, ti inebri della varietà.”

318049_10151177669056707_1288903906_n

Villa Giulia, una delle più belle ville della città. (Lorenzo & Annachiara)

  

BERLINO. 19 gennaio, ore 15.00

“Questa è ovviamente la storia d’amore più bella che abbia mai sentito” 

265016_10151220275928587_115768224_n

(Enrico)

 

BRUXELLES. 10 gennaio, ore 20.15

“All’inizio è stata passione pura. Pura comunione. Dei sensi, dei pensieri. Non mi era mai successo prima. Mai così. Ero senza anticorpi, da quel lato. Ci vedevamo poco, ovviamente. Due settimane era il mio limite massimo. Poi, iniziavo a girare intorno, iniziavo a scavarmi dentro, ne usciva la parte peggiore di me, l’inscurezza…”

IMG_1

 Davanti alla sede della Commissione Europea (Marco)

 

MILANO. 16 gennaio, ore 17.30

“… Lui pensa che sarebbe meglio evitare i discorsi importanti con Efi, e il più delle volte lo fanno, si vedono in quella stanza una volta al mese, o anche meno, per fare l’amore, e parlano di tutto fuorché di loro due, delle loro vite…”

Piazza_Duomo_Milano_2

Piazza Duomo (Matteo)

MILANO. 8 gennaio, ore 15.06

Colonne_di_San_Lorenzo

Colonne di San Lorenzo (Matteo)

 

ROMA. 4 gennaio, ore 14.16

 “… quando gli occhi si incrociano lei distoglie lo sguardo, lui la fissa ancora un istante, è una possibilità, certo, una possibilità per la sua fantasia, …”

foto

Per abbracciare con lo sguardo la città eterna… (Alessia)

 

VERONA. 29 dicembre, ore 14.17

“Credo che le cose più interessanti si nascondano dietro a delle porte chiuse. Credo che dobbiamo stare molto attenti a dare le chiavi di quelle porte in giro.”

Verona

 Pozzo San Marco, detto il Pozzo dell’Amore in vicoletto Cieco (anonimo)

 

ZURIGO. 27 dicembre, ore 13.25

“Un pensiero le attraversò la mente mentre inviava la mail: di essere ingenerosa nei suoi giudizi. Ma, poi, no. Erano irrimediabilmente diversi.”

DPP_0001

 (Svetoslava Slavova)

 

BARCELLONA. 24 dicembre, ore 18.27

“Ieri ci siamo rivisti dopo due anni, dopo una serie di mail. Non ci siamo detti nulla. Mi hai accolta in t-shirt, mi hai fatto un caffé, ti sei messo a parlare di un nuovo centro commerciale, come se ci fossimo salutati la settimana prima, all’uscita di un cinema. Ho capito subito che questo incontro tardivo non avrebbe sciolto nessun nodo. Le domande che mi sono posta, in questi due anni, sarebbero rimaste le stesse. Cosa eravamo? Cosa siamo stati l’uno per l’altra? Perché ci siamo persi di vista? Perché, ora, ci rivediamo?

AiANuB-Nfl971gfcbRqOtI70aJAqr6aCsX7bx6ZWRiTO

AmgWnQfrYc6sb3VU5X32RcMoujvmfJX2wp2NU_3ibII4

ApeWGYkskBRuM2d2kgLTcFUn9Mq4IPQNIaHXoluQ1HsR

“Missione compiuta. Barcellona va vissuta di notte. La mia scelta è stata il quartiere Gotico dove ho conosciuto Toni e dove per me tutto è iniziato. Dopo pochi minuti il libro era già sparito…” (Rosita)

 

LAGO DI GARDA (SIRMIONE). 4 gennaio, ore 13.59

“… Vorrei parlare di questa storia con qualcuno, ma con mio padre non è il caso, non credo sia il caso parlare di morte, con lui, né ovviamente con mia figlia. Rimaniamo tutti e tre a leggere, tre generazioni in vacanza, uniti da questo muto amore pieno di parole non dette, chiusi in questa bolla fatta di ricordi, presagi, voci che rimbombano. Di desideri che non trovano la strada per la loro realizzazione…”

Rocca_Scaligera

(Rocca Scaligera)

LAGO DI GARDA (DESENZANO). 27 dicembre, ore 16.01

Panteo

(da Panteo, Piazza dei Cappelletti, 11)

LAGO DI GARDA (SALO’). 17 dicembre, ore 10.43

Salo'

“Non servono parole, basta un libro. Prendimi con te.”  (anonimo)

 

PRAGA. 14 dicembre, ore 12.44

“… Comunque, ero lì con le ragazze con cui dividevo l’appartamento, e c’erano due uomini seduti vicino a noi.”

“Sui quaranta, l’aria un po’ intellettuale. Insomma, ci hanno sentito che parlavamo, di cosa vuoi parlare a Praga?”

“Sesso?”

“Kafka, Arianna! Insomma, hanno attaccato bottone, poi hanno spostato le sedie, e abbiamo iniziato a far conoscenza.”

“Un classico. …”

y

“Grazie per avermi fatto vivere questa esperienza speciale. Abbandonare un libro è stato un momento emozionante e indimenticabile” (Gaia)

 

Ti trovi, per caso, ad abitare in una delle 50 città protagoniste di “Vengo via con te. Storie d’amore e latitudini”? Oppure vi hai programmato un viaggio a breve? Richiedi una copia del libro a tempiemodi@gmail.com e ti verrà inviata in aggiunta, una copia omaggio da “abbandonare”* in uno dei luoghi del Bello della tua città. Il libro con i suoi personaggi, tornerà così, in qualche modo, “a casa”, per emozionare ed innamorare di nuovo. Questa è la sua vera missione. Qualcuno lo troverà e… la storia d’amore continuerà.

*Fotografa questo momento speciale e invia l’immagine a tempiemodi@gmail.com con la data e l’ora dell’abbandono. Puoi aggiungere anche un tuo pensiero, se lo desideri. Le fotografie raccolte, verranno pubblicate su T & M. E’ possibile abbandonare il libro anche in una città nella quale è già stato abbandonato.

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: