“Sono solo, veramente solo, veramente libero…”

bDopo aver avuto Parigi ai suoi piedi, dopo aver vissuto intensamente la vita e tutti i suoi piaceri, Maupassant fugge in Costa Azzurra e prende il largo sul “Bel-Ami”. Vuole liberarsi dalle sofferenze, dai ricordi e dalle allucinazioni che lo turbano, dalla sua mente abitata dai fantasmi. Ma sull’acqua, nel sole del Sud, si sente libero, ritrova se stesso, dimentica. L’acqua è lo sfondo di questo breve diario nautico, in cui Maupassant libera la sua fantasia creatrice, la sua vigorosa personalità letteraria.

 

Sull’acqua. Da Saint-Tropez a Montecarlo. Guy de Maupassant

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: