Questa casa è un albergo!

La best hospitality si ispira al calore delle dimore private per offrire agli ospiti un’accoglienza familiare, per farli sentire come a casa propria. C’è chi invece, ruba all’hotellerie le ispirazioni per arredare la propria casa, soprattutto per la cucina e il bagno, nel tentativo di inseguire quelle atmosfere di un “non luogo”, scenografiche ed irreali, ma tanto affascinanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In cucina. Alzata in inox e legno Alessi con service di marmellate. Scaldapane da tavola in rame, Navarini. Cloche scaldavivande, salsiera, portaghiaccio con supporto e portatovaglioli, tutto in inox Alessi. Macina sale e pepe in legno, Peugeot. Affettatrice, Fratelli Valentini. Pentola in rame e argento, Navarini.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In bagno. Coppia di accappatoi linea Ape Bellora, sali da bagno Acqua di Parma. Set di salviette per le mani, Mastro Raphael. Campioni di prodotti per il bagno rubati in albergo e filodiffusione della musica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E poi. Stender appendiabiti in acciaio per il guardaroba, reggigiornale in legno e, sul guanciale, pensiero della sera per favorire sonni tranquilli.

Signori, benvenuti a casa vostra!

 

Annunci

sempre&ovunque musica

di Donatella Simoni. Nella stanza da bagno azzurra, l’audio di stereo, radio e tv è assicurato da un impianto di diffussione centralizzato. (Casa Campanelle)

Un bagno di esibizionismo

Un tempo si arredava coi sanitari e qualche piccolo squallido mobiletto per asciugamani, saponette e carta igienica. E poi, era fondamentalmente cieco. Questo era il bagno.

Oggi, questa stanza di servizio diventa uno degli spazi più importanti di una casa. Luce, spazio, aria. Come la cucina è il luogo del calore per eccellenza, il bagno diventa il centro benessere dello spazio privato, il luogo del relax e della cura del corpo.

Un nuovo concept di progettazione che tende a svilupparsi più attorno alla persona che allo spazio, non più attorno al living, bensì al luogo dove il corpo (e la mente) ritornano protagonisti del proprio tempo (libero).

E se un tempo era buona educazione chiudere la porta del bagno, oggi, se c’è, va tenuta spalancata, deve essere una cosa unica con il resto dello spazio domestico. Arredato alla stregua di una stanza nobile, con mobili ed oggetti di design: librerie, tavolini, sedute, lampade d’autore, il bagno viene concepito come un salotto e come tale va esibito.

Continua a leggere

Starpool, dalla terra nasce l’acqua, dall’acqua nasce l’anima

www.starpool.it

 

Jo Malone, un preziosissimo fil noir per i nostri sensi

Quello che era il sogno di Jo, è oggi molto più che realtà, è leggenda. Un’icona della profumazione, le sue candele profumate sono in ogni struttura di lusso che si rispetti , le sue fragranze sono imitate in tutto il mondo.

Jo Malone è figlia di un’estetista e di un artista. Fin da giovanissima presenta un’attitudine per le profumazioni, lavorando e distillando fiori ed erbe dal giardino della sua casa di Kent in Inghilterra. Fin dalle prime creme artigianali sogna di aprire un giorno un suo negozio con i suoi prodotti, nel frattempo si impegna come fioraia, mentre la sera nella sua cucina applica trattamenti facciali alle sue prime clienti.

Ma i tempi dei rimedi casalinghi finisce presto e Jo inizia a produrre salviette profumate. (Sua sarà la profumazione adoperata per le wipes di Mc Donalds!). Nel 1994, apre il suo primo store al n° 154 di Walton Street a Londra, mentre nel ’96 inaugura il suo store “storico” in Sloane Street. Sarà successo.

Il mondo Jo Malone rappresenta tutte le qualità del lusso contemporaneo, elegante e chic, ma anche stile, conoscenza e innovazione.

Fragranze personali, prodotti skin care, home fragrance e facial finishers sono tutti avvolti in una soffice velina nera e contenuti in bellissime confezioni color crema, chiuse con un nastrino nero, che raccontano un’eleganza senza tempo e una storia che sa di favola.

Pioggia che cade su una sella da cavallo in pelle, alberi di tiglio fioriti negli Champs Elysèes, una sedia in legno di sandalo in un caldo giorno in medio oriente, un vestito rosso a una serata di gala sono solo alcune delle fonti d’ispirazione della stilista.

Lime Basil & Mandarin è considerato l’aroma simbolo Jo Malone, una fragranza che va oltre le culture e le generazioni, apprezzata dagli uomini quanto dalle donne, perfetto connubio di lime, mandarino e bergamotto unite al pungente basilico.

Il profumo Jo Malone non si mette ma si porta, come un accessorio. Avere sul bordo della nostra vasca da bagno un prodotto Jo Malone significa avere una cosa davvero preziosa. L’e-shop non contempla ancora l’Italia, ma Jo Malone val bene un viaggio a Milano (La Rinascente) o a Monaco di Baviera (Ludwig Beck).

 

TESTO- ds

FOTOGRAFIA – http://www.jomalone.com

MUSICA – Tango (from The scent of a woman)

http://www.youtube.com/watch?v=SdZW7Hd8J8A

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: