Tod’s sotto l’albero, Gommino e D Bag in edizione limitata

Tod’s lancia una limited edition per festeggiare i suoi pezzi iconici in occasione del Natale: il Gommino e la D Bag, classici senza tempo che sono diventati sinonimi del marchio.

L’edizione limitata del Gommino è disponibile in pitone e cavallino bicolore, in camoscio con ricami cuciti a mano, in cavallino con borchie cucite a mano e in una versione metallica e iridescente in morbida pelle di vitello.

La D Bag lanciata nel 1997, è un capolavoro di raffinatezza, di lusso senza tempo, dal gusto impeccabile e di qualità invidiabile. Per il Natale 2012, la D Bag è in pregiato visone bianco con dettagli in morbida pelle di vitello.

Pezzi indimenticabili, realizzati secondo le tecniche più tradizionali ma allo stesso tempo dal tocco contemporaneo per uno speciale e lussuoso Natale.

Annunci

Pensando alla montagna

pronti per la montagna

I pensieri sono già in partenza. Le vacanze di Natale, in fondo, sono dietro l’angolo. Destinazione? Ovviamente montagna. Per sciare. Noi andiamo a Madonna di Campiglio. Nel frattempo, organizziamo le idee e lo facciamo con il classico set da viaggio nell’iconico tessuto Saffiano Prada. Borsa da viaggio, borsa da weekend, beautycase, custodia per abiti, custodie per calzature, custodia per scarponi da sci.

A proposito di viaggi, Lei si è già assicurata una copia di “Vengo via con te. Storie d’amore e latitudini”, il viaggio nei sentimenti di T&M? Prego, la ordini subito qui.

Il classico in entrata

L’anfora in terracotta antica viene utilizzata per accogliere bastoni e ombrelli. Nell’antico bacile in rame con supporto in ferro battuto vengono raccolti i cuscini in tessuto bordeaux del giardino. Pavimento classico con schema di posa diagonale di ottagoni in pietra bianca 40×40 alternati a tozzetti neri 10×10. (@Casa Campanelle)

Gift list, il pensiero giusto alla persona giusta

 

Cosa ABBONAMENTO A “LA CUCINA ITALIANA”

Per chi Per chi ama la cucina e cucinare

Perché Oggi il nuovo ricettario da tenere in cucina è l’iPad e “La cucina italiana” propone delle app davvero emozionanti. La mia preferita è “Cioccolato”. Ma in una cucina che si rispetti, accanto al ricettario di famiglia, si auspica che ci sia anche qualche numero cartaceo de “La cucina italiana”. Un must è il numero di dicembre con le imperdibili proposte per il pranzo di Natale e il buffet di Capodanno e con i consigli di classe per apparecchiare la tavola delle feste. Quindi, facciamo i classici, apprezzeranno sicuramente! Con il numero di dicembre poi, c’è lo speciale “abbonamento Natale” , uno sconto del 50% per due anni.

Visto nella cucina super chic di un amico gourmet

Dove in tutte le edicole

“Il mio Tortel de patate è più buono”, classico come il menù

Ristorante tipico. Nel menù, il Tortel de patate non manca mai: salumi, formaggi, fagioli, Teroldego e un amico che dice: “Quello che mangio a casa mia è più buono”.

Serve dire che i ristoratori offrono, rispetto a qualche anno fa, una buona qualità del piatto tipico. Eppure c’è sempre qualcuno che, classico come il menu, afferma che a casa lo mangia più buono.

E’ naturale che ciascuno di noi sia legato ai propri sapori e soprattutto a quelli domestici. Ed è ovvio che qualunque sia il gusto, i sapori di casa sono i preferiti.

C’è chi afferma poi, di prepararli con la ricetta originale, senza pensare che i piatti spesso sembrano originari di un territorio mentre invece sono stati creati dalla storia.

Sono piccole storie diverse, che hanno creato ricette diverse. Non c’è la più buona, ma solo quella che si avvicina di più al nostro ricordo di gusto più intimo.

Per tutti però, il gusto della scoperta di sapori diversi.

am

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: