L’attimo raccolto

flowers

Primavera al dettaglio. Casa Campanelle Preore (TN), ore 17.30

L’ispirazione del giorno

òòfIl vizio e la sua forma. Adoro l’immagine che ho impressa nella mente, di questa mia affascinante prozia, avvolta nel fumo della sua sigaretta macchiata di rossetto, mentre fa il suo solitario all’antico tavolino da tè. I suoi movimenti, l’alone del fumo e delle carte da gioco, il piattino della tazza Royal Albert usato come portacenere, il suo profumo. In questa rappresentazione, ogni cosa è ricercata nel dettaglio. E io ricerco la sua immagine come un’icona, il mio accendino in argento con le iniziali (come le sue), il rossetto rosso, sempre lo stesso, come il suo Chanel N.5. E’ come impersonarla sulla scena di un teatro. Affascinante.

Che lusso fare glamping

Trascorrere una notte sotto le stelle per respirare l’atmosfera dei Safari nell’Africa inglese, calda ed affascinante, soggiornando in strutture a cinque stelle senza nulla togliere al gusto dell’avventura e del contatto con la natura.

Il glamping, o campeggio glamour, è una formula alternativa di vacanza a basso impatto ambientale, grazie all’uso di energie rinnovabili, raccolta differenziata, minicar elettriche ed ecotessuti. In Africa? No, a Venezia, nell’esclusivo campo tendato Canonici di San Marco situato a pochi chilometri dalla Serenissima, tra il verde della campagna veneta, cesellata dalla magnificenza dell’arte e dell’architettura, e il blu della laguna. E’ il primo ecolodge in Italia ispirato alla formula nata nelle destinazioni calde dell’Africa, impiantato nel 2010 da Federico Carrer ed Emanuela Padoan.

L’accampamento, che può ospitare solo nove coppie, è costituito da strutture a tenda realizzate ognuna accanto ad un albero, come il caco o un’essenza della zona, come Bagolaro o Spaccasassi, da cui esse prendono il nome. Il lusso è nei dettagli.  I dolci sono fatti in casa e disposti su alzate anni Venti. Sempre diverse, ogni giorno, le tazze per la colazione. E il Prosecco, per l’aperitivo di benvenuto, non può che  essere versato in calici di cristallo. La piacevolezza del soggiorno è data anche dall’ambiente estremamente curato. L’arredamento, un hobby della padrona di casa, è un’esposizione di oggetti provenienti da tutto il mondo: cuscini indonesiani acquistati nei mercatini, la vasca da bagno in metallo dell’800 inglese, i saponi della Provenza.

Non un lusso, ma un ecolusso. Perché in questa nuova frontiera della vacanza, tutto deve essere a basso impatto ambientale: raccolta differenziata, riduttori del flusso d’acqua, illuminazione fotovoltaica, connessione wi-fi, minicar elettrica, ecotappeti e coperte in pelliccia ecologica per l’inverno.

Gli ospiti sono inglesi, australiani, neozelandesi e indiani che cercano un contatto profondo con la natura. Oppure ci sono romantiche coppie in viaggio di nozze appena arrivate a Venezia con l’Orient-Express che scelgono il Glamping dei Canonici per sentirsi ancor più protagoniste di un romanzo d’amore. Anche per la natura.

 da Anna Mangiarotti su Ladies, foto di Stefano Scatà

L’ispirazione del giorno

Il bello di fermarsi alle apparenze. E’ ciò che suggerisce questa tela raffigurante una dama del ‘600 vestita di un abito ricco di raffinati dettagli e di gioielli dal gusto squisito. L’arte favorisce l’educazione alla bellezza, la sensibilità alla meditazione, la capacità di concepire l’etica grazie all’estetica. Osservare. L’attenzione è catturata e trasformata in ispirazione. Un affascinate gioco di luci ed ombre, di sfumature e di intensità cromatiche. C’è storia, cultura e fantasia. Bastano pochi minuti. E già lo sguardo è capace di andare più lontano.

Il mio posto è vicino a te

Coppia di portatovaglioli in argento con nomi incisi. Perché prendersi cura della persona che si ama non disdegna un’elegante formalità. Ogni giorno.

Coffee, milk and tea design

Il vero stile è quello che si esplica nei gesti semplici e quotidiani, come ad esempio, preparare un caffè.

Lo sappiamo, la soddisfazione deriva proprio nel trasformare l’ordinario in un momento speciale. Sappiamo pure che la chiave di tutto sta nella qualità e nell’attenzione ai dettagli.

Bene. La invito ad osservare questa tazza design (Alessi), dono di un’ex amica ed il cucchiaino che l’accompagna.

Il caffè espresso è stato realizzato con una macchina x7.1 Iperespresso Illy, utilizzando acqua pura (pochissimo sodio) e facendo bene attenzione al fattore tempo: 20-30 secondi è il tempo giusto per far scendere il caffè in tazza. Oltre allo zucchero in bustina, il quadro si completa con un cioccolatino da caffè Domori.

Un giorno, un mio caro amico in visita a Casa Campanelle, al quale avevo preparato il caffè, sostenne di trovare questo servizio un po’ “freddo” e poco familiare. La volta successiva ho preferito servirglielo direttamente dalla classica e italianissima moka Bialetti con una panciuta zuccheriera in porcellana sul tavolo. Per la sua felicità.

E che dire di questa elegante convivenza tra classico e design?

La tazza da tè e la zuccheriera di Rosenthal Sanssouci con cucchiaino in argento, accompagnati da Tèo di Alessi, un cucchiaio inox dedicato ad accogliere la bustina di tè o tisana.

Non può mancare in questa collezione, un pezzo di Milk Art, ovvero come realizzare un cappuccino a regola d’arte. 

Ingredienti: tazza da 15-20 cl, espresso 2,5 cl, latte 10 cl, aria 2,5 cl  incorporata alle proteine del latte. Montare 10 cl di latte a una temperatura massima di 55-60° a tessitura fine (non si devono vedere le bollicine); versare delicatamente il caffè nella tazza con il latte lasciando la schiuma bianca al centro e un’orlatura marrone a corolla intorno. Ricetta di Luca Ramoni, presidente dell’Accademia italiana maestri del caffè. Per quanto riguarda la decorazione del cappuccino, l’ultimo trend nei bar americani è la propria immagine trasferita da una foto direttamente sulla schiuma del latte. In Italia, è roba da artisti, da Milk Art appunto. Un pennino d’acciaio al posto della matita, il latte montato a neve come tela. Piccole dense gocce di cioccolato trascinate dal pennino, trasformano un semplice cappuccino in un’opera d’arte.

Bello.

 

TESTO – ds

FOTOGRAFIE – ds @Campanelle

MUSICA – sweet dreams eurythmics http://www.youtube.com/watch?v=qeMFqkcPYcg&ob=av2n

 

Lusso ad personam

Uno dei claims di TEMPI&MODI recita “Piuttosto che di lusso, si parli di unicità, qualità, autenticità”, ispirato dalla storica Maison francese Hermès, tempio esclusivo dell’alta artigianalità. E’ una prima intrepretazione dei tempi che stanno cambiando e con essi, anche il modo di concepire il lusso. Oggi non basta il prezzo a rendere esclusivo un abito, un gioiello, un’automobile, ma bisogna spingersi oltre e la nuova frontiera è il modello unico ed irripetibile, al riparo dalle imitazioni, per sempre. Il fattore che fa la differenza è il tempo. Ma forse è proprio l’attesa, il prezzo più alto da pagare.

ABBIGLIAMENTO. Scegliere un tessuto di altissima qualità, attenderne la stagionatura, i primi incontri con il sarto, le prove e solo alla fine, la realizzazione di un capo unico. Una storia da vivere, seguendo il gusto dal sapore tutto italiano, raccontata dai nomi del ready to wear, maestri nell’offrire il lusso, captare le tendenze e proporre al cliente esattamente quello che lui vuole. Mtm, made to measure, o Mto, made to order, è quel “su misura speciale” che integra al meglio lo stile di alta gamma tradotto in sapienza artigianale.

SEGNI DI RICONOSCIMENTO. Inziali ricamate sulle camicie, incisioni sui preziosi come orologi, anelli e penne, sulle pelli, ma anche sul tablet. Louis Vuitton ha scelto questa strada come futuro del brand, la personalizzazione è ormai un servizio su tutti i prodotti. E’ il valore dei dettagli, quello che rende un oggetto più che prezioso, unico. E’ quell’attestazione di “proprietà”, un legame anche importante, per poi riconoscersi e farsi riconoscere.

PROFUMI. Un profumo esclusivo e non solo a parole. Quello che ti identifica, realizzato su di te e per te. E’ luxury estremo. Servono quattro mesi per un profumo originale di Cartier creato in esclusiva e confezionato in un unico esemplare. Poco meno per una fragranza di Patou e Guerlain di cui nessuno potrà richiedere repliche.

CARS. Oggi ad una supercar, oltre alle prestazioni, si richiede di andare oltre la banale esibizione di status symbol per diventare un’esperienza unica, capace di differenziare il proprietario nel mondo sempre più omologato delle auto di lusso prodotte in serie. Perfino la Ferarri va dal sarto e diventa una Ferrari Taylor-Made, ovvero una rossa personalizzata. Volete tappezzarla nell’amato gessato? Ecco un abitacolo in preziosa flanella Vitale Barberis Canonico scelto dal Cavallino come fornitore di eccellenza italiana. Lo sa bene Vito Brandi, il più famoso personal car shopper del momento, che è in grado di fornire una qualificata consulenza sull’acqusito, la gestione e soprattutto sulla personalizzazione di automobili di classe.

Lusso ad personam, ma da usare in maniera intelligente e consapevole ed inteso come valore e non come prezzo, come eccellenza della scelta e non come sua esibizione.

  

TESTO – ds

FOTOGRAFIA – saint-andres.blogspot.com

MUSICA –  one and only adele http://www.youtube.com/watch?v=vUEkP5OBDyA

Gift list, il pensiero giusto alla persona giusta

Cosa BROCCA E BICCHIERE DI CRISTALLO DA COMODINO

Per chi Per chi ama copiare il lusso dei dettagli attingendo dal passato, dove il tempo, scandito lento, e talvolta la necessità di un gesto quotidiano, regalavano delle abitudini ormai dimenticate

Perché E’ eccitante concepire la casa come un palcoscenico di un teatro. Allestire le scene per “recitare” una parte nella quotidianità. Dalle antiche dimore vittoriane, fino ai lussuosi appartamenti di Avenue Street, sul comodino o su una consolle della stanza da letto, era predisposto a cura della servitù, un piccolo vassoio d’argento con un brocca d’acqua accompagnata da bicchieri, per la necessità della notte. Il perché è semplice, gli spazi dell’abitazione erano talmente ampi, la stanza da letto era così lontana dalla cucina, da non poterla raggiungere comodamente per un semplice bicchier d’acqua. Personalmente lo trovo un elemento estremamente chic nell’ambito di una stanza da letto, un dettaglio assolutamente frivolo, ma così teatrale!

Visto in parecchi film Hollywoodiani, soprattutto quando la trama suggeriva al marito di ammazzare la moglie con una dose superiore di farmaci

Dove quelli in foto li ho acquistati in un negozio di porcellane finissime a Bad Aibling, a sud di Monaco di Baviera. Come ben si nota, ho accentuato la “teatralità” dell’oggetto, accompagnandolo da una campanelle in argento e un plico di vecchie lettere d’amore legate con un nastro di seta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: