L’attimo raccolto (del primo pomeriggio)

foto (3)

Sole allo chalet.  Solarium, ore 13.30

In pausa pranzo, relax al sole con il comfort di una Bertoia Wire Chair e per proteggere il capo, carrè in seta Hermès.

Blue as the sky, the ocean and the pools

hermes-blue-basketball (1)

To commemorate the launch of its Beverly Hills store, Hermès has created two blue basketballs (oh please, that joke is so easy) costing $12,900 each and made in the Paris atelier under the creative direction of Pierre-Alexis Dumas. The idea behind the calfskin curios, which are indeed available to buy and use, is to represent “the sky, the ocean and all the beautiful pools that are a way of life in L.A. and Southern California,” says American CEO Robert Chavez. They also feature the same hand-stitching as the house’s iconic Birkin bag, so you could call it couture sporting equipment.

L’ironie de classe d’Hermès

campagne-hermes-sport-1578491ce4

VIVE LE SPORT

Le saute-mouton

 La partie de ping-pong

Plays croquet

No sport

Viaggio in prima

qq

gg

f

x

xxx

k

Se gli accessori viaggiano in prima classe. Scelta di classe. Pashmina Rebecca Moses. Comfort ad occhi chiusi. Set da viaggio relax Acqua di Parma. Bagaglio a mano. Borsina gioiello Malìparmi. Collo prezioso. Carrè in seta Hermès. “S’il vous plait”. Porta carte di credito Prada. Relax monodose. Crema viso rigenerante “Diamant de beauté” Carita & Vernis Nirvana N. 704 Dior.

Hermès, le temps devant soi

E’ un inno all’eternità, la campagna pubblicitaria per la primavera estate 2012 di Hermès.

Davanti alla leggerezza con cui il tempo fugge via e ai colori accesi della vita, cerchiamo qualcosa di veramente solido a cui aggrapparci affinché il tempo non voli via e i nostri giorni non sbiadiscano.

C’è anche molta luce, quasi accecante. C’è voglia d’estate e di leggerezza, data da textures e tinte dei capi indossati dalla modella Bette Franke; c’è voglia di libertà, impersonata dal movimento delle “ali di farfalla” e dal dondolio dell’altalena.

Da queste splendide immagini, affiorano altresì, l’eleganza e la bellezza, come valori di uno stile (proprio della maison francese), valori che in fondo, non temono nel modo più assoluto nè il tempo, nè la vacuità, nè la monotonia. Semplicemente, sono valori eterni.

Le temps devant soi vista da tempi&modi.

Come una tela d’arte, il foulard di Hermès

Oggi, in occasione delle sfilate milanesi, Dolce&Gabbana hanno fatto sfilare l’ultima collezione della loro linea giovane D&G. L’addio, tutt’altro che mesto, è avvenuto in un tripudio di colori, di seta, di foulards. E’ un oggetto al quale, qualsiasi donna, di ogni epoca, non ha mai saputo rinunciare.

Portato semplicemente al collo, o in testa come Grace Kelly, riproposto via via negli anni, a seconda delle mode, in altri ruoli, come cintura, cravatta, lussuosissimo pareo oppure annodato alla borsa.

Ma quando si dice foulard, non si può che pensare al foulard in seta Hermès. Il carrè classico è un quadrato di seta dipinto che racconta ogni volta una storia diversa, seguendo il leit motiv per la stagione dettato dalla maison francese. I colori sono molteplici, accesi dalla seta e dalla passione e sono destinati a rendere chic il candore di una camicia bianca, la semplicità di un tubino nero, la severità di un dolcevita tinta unita, il gusto classico di un cappotto cammello.

Bellissimi i nuovi, preziosi quelli vintage. La qualità della seta è eccezionale e fa di questi accessori, degli oggetti per sempre. E da collezionare, soprattutto i pezzi unici che parlano della nostra storia, come ad esempio, quello indossato dalla nonna nel suo viaggio di nozze a Roma.

Ogni foulard è come un quadro. Non sarebbe poi così fuori luogo trovarlo impreziosito da un’antica cornice dorata e appeso al muro proprio come una tela d’arte. Lì, per l’eternità.

Solo nelle boutique Hermès. www.hermes.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: