Bella, non solo di notte

La preziosa biancheria da letto esce da antichi cassoni, cassapanche e madie. Per vanità, esce alla luce, dandosi all’aria e mostrandosi in tutta la sua bellezza. Mica è un peccato! Nell’ordine. Piumino estivo DaunenStep, parure di lenzuola Frette e Signoria Firenze, lenzuola da dote in lino ricamato a mano, parure di lenzuola Borbonese e coppia di lenzuola in raso Bellora.

DaunenStep biancheria (6) Signoria Firenze dote Borbonese Bellora Bellora

Annunci

Il tabernacolo della vita

“Siccome sono a letto da tre giorni, penso al letto, e ci penso perfino quando dormo. Il letto, amico mio, è tutta la nostra vita. In esso si nasce, si ama, si muore.”

IMG_6408C

“Poi ecco che per la prima volta due amanti si trovano carne contro carne in questo tabernacolo della vita. Tremano, ma sono ebbri di gioia, si sentono deliziosamente vicini; e a poco a poco le loro labbra si uniscono. Quel bacio divino li confonde, quel bacio, porta del cielo terrestre, quel bacio che canta le delizie umane e tutte le promette, le annuncia e le precede. Il letto si muove come un mare agitato, cede e mormora, sembra animato e felice, perché su di esso si compie il delirante mistero dell’amore. Che c’è di più soave e perfetto, nel mondo, di questi amplessi che formano di due un solo essere, dando a ciascuno di essi, nello stesso istante, lo stesso pensiero, la stessa attesa e la stessa gioia totale che scende in loro come un fuoco divoratore e celeste?

Vi ricordate i versi che mi leggeste l’altr’anno, di non so quale poeta antico, forse il dolce Ronsard?

Et quand au lit nous serons
Entrelacés, nous ferons
Les lascifs selon les guises
Des amants qui librement
Pratiquent folâtrement
Dans les draps cent mignardises.

Questi versi vorrei che fossero ricamati sul cielo del mio baldacchino, da cui Piramo e Tisbe mi guardano senza fine coi loro occhi di tessuto”

“Quante altre cose avrei da dire! ma non ho tempo di notarle tutte e non riuscirei nemmeno a ricordarmele; e mi sento così stanca che ora tolgo questi guanciali, mi sdraio e dormo un po’”

(passi tratti da Il letto di Guy de Maupassant, fotografia Cielo del letto a baldacchino, Museo di Palazzo Mansi a Lucca da www.restauroestudiotessili.it)

L’ispirazione del giorno

Chocolate bed. Piacere in ogni senso, piacere per la vista e per il tatto. For sweet dreams, only questo letto vestito da un completo copripiumino in raso di puro cotone pettinato in un intenso color cacao double-face color panna, di Bellora.

Letto prezioso

Io scelgo. Per il letto dell’estate, completo copripiumino in puro cotone pettinato color glicine con delicato orlo a giorno ripreso anche sulle federe con tre volani. “White linen” by Bellora

Gift list, il pensiero giusto alla persona giusta

 

Cosa LETTO POLTRONA FRAU, Famiglia BLUEMOON Designer ROBERTO LAZZERONI Colore SC 245 Anno 2009

Per chi Solo per se stessi, per chi si ama, per il proprio castello

Perché Mi piace pensare che un letto segua i capitoli di una storia d’amore e ne rappresenti gli umori oltre che i gusti e i sogni di chi lo ha acquistato. Immaginate un pezzo straordinario come questo, realizzato dalle abili mani degli artigiani di PoltronaFrau e soprattutto di questo colore che io trovo semplicemente divino. Bellissimo in uno scenario classico dominato dal marrone del parquet e dei mobili antichi, unico se calato in un contesto moderno e magari di total white.

Visto su Casamica di questo mese

Dove Arredi Mosna in c.so III Novembre 98/100 a Trento   Tel. 0461 915321   www.arredimosna.it

 

L’amore (anche per se stessi) non è affatto cieco

Questo slideshow richiede JavaScript.

No, non avete sbagliato rubrica, è davvero IMPERFETTO, stonature dallo street style.

Questa sfilata di capi La Perla anticipa l’epilogo del mio racconto che inizia stamattina in un grande magazzino della città. Alla cassa, davanti a me, c’era una ragazza forse trentenne, sposata (fede al dito), fisicamente piacevole, vestita in maniera sobria ma nel complesso davvero attraente. Ed è questo che mi ha stupito. Stava pagando due camicie da notte lunghe in flanella pesante e una vestaglia in lana cotta.

Allora ho capito che oggi vi avrei parlato dell’eleganza durante la notte, nel senso di quando la giornata termina e si entra nella propria stanza e nel proprio letto, per riposare.

Personalmente ritengo che sia davvero importante essere piacevoli anche in questo contesto, e badate, non necessariamente perché si è in compagnia.

E’ una questione di “coerenza”, di quel fil rouge che dal giorno continua la notte. E’ qualcosa che si fa esclusivamente per se stesse (o per se stessi, visto che anche gli uomini, da parte loro, dovrebbero trovare spunto da questa riflessione).

Mi permetto di suggerire questa possibilità che personalmente prediligo. Sono capi davvero semplici, se non fosse per la qualità del tessuto e quindi della seta, piuttosto che della casa che li produce. Sono in coppia, meglio coordinati, ma si può giocare con tatto, interscambiandoli. La coppia è formata da una semplicissima sottoveste – che solo in occasioni importanti si impreziosirà di pizzi o trasparenze – e da una vestaglia a kimono coordinata.

Personalmente preferisco le tinte unite bandendo motivi floreali o preziosismi impegnativi. Ho solo un pezzo vintage a cui sono particolarmente affezionata, un kimono corto, di colore nero con dei grandi fiori fucsia dipinti a mano, nato come pezzo superiore di un completo Dolce&Gabbana di parecchi anni fa.

Prima di coricarsi la vestaglia verrà riposta ai piedi del letto, oppure su una poltroncina a fianco, mentre la sottoveste diventerà la divisa da notte, picevole per freschezza d’estate, ma portabilissima anche d’inverno, visto che l’autentico tepore della piuma viene tarato sul corpo proprio dal contatto con la pelle.

Questo è solo una delle possibilità, ciò che è importante è non trascurare la propria mise solo perché sono calate le tenebre e con la debole scusa che siamo sole/i.

Tenendo presente che sono i nostri partners che ce lo chiedono, ma prima di tutto siamo noi stessi che ce lo meritiamo.

 

TESTO – ds

FOTOGRAFIA – www.laperla.com

MUSICA – best thing i never had beyonce http://www.youtube.com/results?search_query=beyonce+best+thing+i+never+had&oq=beyonce&aq=1&aqi=g10&aql=&gs_sm=c&gs_upl=6205l7765l0l11536l7l5l0l1l1l0l421l1113l2-1.0.2l3l0

 

 

Un pensiero per due

E’ sempre questione di dettaglio. Quel qualcosa che fa la differenza, che sa comunicare un sentimento esclusivo.

Un’idea per la padrona di casa. Scrivere su due fogli, rigorosamente a mano, una breve frase, un pensiero, un estratto dalla letteratura italiana o straniera (Google – frasi famose letteratura). Qualcosa di Bello.

Arrotolarli, legarli con un nastro di velluto e disporli sui cuscini del proprio letto e di quello del padrone di casa, terminata la cena. Prepararli è un momento di arricchimento personale, prima di dormire, diventerà un momento da condividere insieme per scambiarsi la buona notte. E un sogno.

TESTO – ds

FOTOGRAFIA – ds @Casa Campanelle

MUSICA –  ninna nanna twilight http://www.youtube.com/watch?v=WpULUQnU4FM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: