L’attimo raccolto (alla vigilia delle vacanze)

foto (72)foto (70) foto (71)

Come saranno le mie vacanze di Natale? Bagno azzurro Casa Campanelle, ore 10:00

E ci siamo quasi…

IMG_2346IMG_2349 IMG_2355

Natale al (mio) castello

Fervono i preparativi per la festa più dolce, più calda e più bella dell’anno. Seguitemi tra le stanze della mia grande casa, passo dopo passo, finché arriverà il momento di scambiarci gli auguri. Quelli veri.

foto (50)

foto (46) Oro & Bordeaux, i toni scelti per l’albero 2013

foto (53)foto (47)

Non può mancare il cioccolato importante. Cioccolatini al Cointreau Sarotti

foto (33)IMG_0803 IMG_0875 Il Rosso & il Nero, il lusso della Festa. Abito in seta rosso X’s Milano, Champagne Moët & Chandon, regalo da Baccarat, Pigalle 120 Louboutin, coperta in cincillà, secchiello per il ghiaccio AlessiIMG_0143Le decorazioni per i davanzali delle finestre. Muschio & nespole.IMG_1626Pensando ai regali. Plaid in lana Somma, occhiali da vista HYPE Glass, taccuino MoleskineIMG_1654 IMG_1661 IMG_1666 IMG_1677Luce naturale. Edera e candele per decorare lo scalone.foto (50)

Immancabili lenticchie.

IMG_1730

Ghiaccio, amore & fantasia.

To be continued

Merry Christmas

04

Lo spettacolo del Natale è qui:

M A G I C O N A T A L E

Piccole cose di Natale

Sono le piccole cose che fanno grande il Natale…
Tanti Auguri da AlbatrosFilm

Time: 00:53
Production: Ale Milini
Direction: OttaTomasini
DoP: Otta Tomasini
Edit: Marco Laini – Luca Zambiasi
Si ringrazia Albatros Film per la gentile concessione delle immagini e del video.

Istanti per noi

ooooFerrari Perlé. Per noi, da sempre, è il migliore. In ogni occasione di festa. Quei momenti diventano così, “istanti da centellinare“. www.cantineferrari.it


Tod’s sotto l’albero, Gommino e D Bag in edizione limitata

Tod’s lancia una limited edition per festeggiare i suoi pezzi iconici in occasione del Natale: il Gommino e la D Bag, classici senza tempo che sono diventati sinonimi del marchio.

L’edizione limitata del Gommino è disponibile in pitone e cavallino bicolore, in camoscio con ricami cuciti a mano, in cavallino con borchie cucite a mano e in una versione metallica e iridescente in morbida pelle di vitello.

La D Bag lanciata nel 1997, è un capolavoro di raffinatezza, di lusso senza tempo, dal gusto impeccabile e di qualità invidiabile. Per il Natale 2012, la D Bag è in pregiato visone bianco con dettagli in morbida pelle di vitello.

Pezzi indimenticabili, realizzati secondo le tecniche più tradizionali ma allo stesso tempo dal tocco contemporaneo per uno speciale e lussuoso Natale.

Impronta di Natale

impronta di natale

La Make-Up Collection Noël/Christmas 2012 di Guerlain viene interpretata da nove donne, nove assassine, nove protagoniste di altrettanti romanzi di Agatha Christie.  Scoperte grazie alle impronte (di bellezza) lasciate inavvertitamente sulla scena. Indizi troppo preziosi per non seguirli. Sulla scena del prossimo Natale.

Le assassine. 1. Marina Gregg (in Assassinio allo specchio). 2. Signorina Gilchrist (in Dopo le esequie). 3. Jacqueline de Bellefort (in Poirot sul Nilo). 4. Christine Redfern (in Corpi al sole). 5. Jane Wilkinson alias Lady Edgware (in Se morisse mio marito). 6. Clotilde Bradbury-Scott (in Nemesi). 7. Elsa Dittisham (in Il ritratto di Elsa Greer). 8. Ruth Lessing (in Giorno dei morti). 9. Lady Bess Sedgwick (in Miss Marple al Betram Hotel).

Gli indizi. 1 Météorites Perles Du Dragon. 2. Shine Automatique 3.  Eye Liner. 4.  Écrin 4 Couleurs 500 Les Ombres Turandot 5.  Shine Automatique. 6. LIU Poudre Iridescente Parfumée Visage, Corps, Cheveux. 7. Vernis. 8. LIU Palette Calligraphie Yeux & Lèvres. 9. Météorites Wulong.

Le immagini delle “assassine” sono ispirate dalle copertine di Karel Thole (Agatha Christie Oscar Gialli Mondadori).

Io (mi) regalo la Make-Up Collection Christmas 2012 di Guerlain, acquistandola qui.

Un air de Noël

TIMELESS COLLECTION by Reuge The Art of mechanical Music

Un Dono senza tempo per il Suo Natale.

Pensando alla montagna

pronti per la montagna

I pensieri sono già in partenza. Le vacanze di Natale, in fondo, sono dietro l’angolo. Destinazione? Ovviamente montagna. Per sciare. Noi andiamo a Madonna di Campiglio. Nel frattempo, organizziamo le idee e lo facciamo con il classico set da viaggio nell’iconico tessuto Saffiano Prada. Borsa da viaggio, borsa da weekend, beautycase, custodia per abiti, custodie per calzature, custodia per scarponi da sci.

A proposito di viaggi, Lei si è già assicurata una copia di “Vengo via con te. Storie d’amore e latitudini”, il viaggio nei sentimenti di T&M? Prego, la ordini subito qui.

L’ispirazione del giorno

Avvisaglie. Non è ancora tempo&modo di assaporare lo spirito del Natale ma il desiderio di scoprirlo pian piano si fa sentire con l’arrivo dell’inverno e della festa di Ognissanti. Inizio a pensare al mood del mio Natale. Quale sarà il fil rouge di quest’anno? Quale sarà l’ispirazione principe su cui lavorare per fare festa (dentro e fuori)?Intanto, mi porto in casa (e dentro di me), avvisaglie di forme, colori e profumi, che invitano a trovare la strada giusta. Manca poco.

Gift List*

Cosa Raccolta di CD, speciale selezione di musiche respirate nella magica atmosfera del Ritz di Parigi

Per chi Per chi vuole fare un viaggio nel tempo

Perché Il mitico hotel di Parigi si è “addormentato” per 27 lunghi mesi a causa di importanti lavori di restauro che lo riporteranno agli antichi splendori. La sua magia e la sua  musica rimangono intatte in queste preziose raccolte

Dove Books and Music by Ritz Paris

Save the idea*, please!

Natale al castello

natale08

Come vuole la tradizione, ogni anno a Casa Campanelle va in scena il Natale.

Tutto inizia in occasione della festività dell’Immacolata, quando si provvede alla raccolta del verde per gli addobbi: agrifoglio, abete, bacche di ogni tipo, pigne, edera, pino, che verranno accompagnati da metri di nastri di raso o velluto e cordoni di passamaneria, dalle tonalità oro, bianco e rosso bordeaux e vinaccia.

Tutto ciò servirà per le decorazioni dell’intera casa, a partire dalla grande corona augurale appesa alla porta d’ingresso, ai centrotavola su tavoli e consolle sparsi nelle varie stanze, alle ghirlande sopra il camino e sui bancali delle finestre, oppure in posti inaspettati, come in un grande bacile di rame e in una vecchia coppa di pietra.

Immancabile è la luce. Quella delle decine e decine di candele sparse in tutta la casa. Raccolte in gruppi sullo scalone, sulla cornice del camino, in cucina, sugli antichi candelabri, sui grandi porta lumi in ferro battuto. E quella del fuoco acceso nel grande camino in pietra nel salone. Tutto vive ed è ravvivato, dal legno dei pavimenti fin alle volte dei soffitti. Si respira calore.

Immancabile è anche la musica, garantita dalla filodiffusione ai vari piani. Per l’atmosfera natalizia viene prediletta la musica dell’arpa, il jazz, e naturalmente la classica natalizia, soprattutto quella tedesca.

E poi, l’albero ed il presepe. Irrinunciabili. Il primo, rigorosamente vero e coltivato in vaso, viene sistemato davanti ad una delle finestre del salone per poter ammirarne la meraviglia anche dall’esterno. Le luci a led convivono con sontuosi nastri e cordoni bordeaux e oro, accanto a bocce dorate di varie dimensioni e forme. I regali, impacchettati con eleganza, faranno la loro comparsa ai piedi dell’albero solamente l’antivigilia di Natale. Il presepe invece, viene allestito sopra l’antico cassone bavarese del ‘600. La capanna e le statue appartengono alla famiglia ormai da generazioni. La scenografia è aiutata da pezzi di tufo, radici di albero e da piccole luci sistemate adeguatamente per creare le giuste ombre e dare risalto alle espressioni dei personaggi di questa straordinaria rappresentazione.

Così, il Natale è alle porte. La vigilia è un giorno speciale, un giorno di attesa. A Casa Campanelle si respira un ‘atmosfera di semplicità rurale fin dalle primo ore del mattino. Sul tavolo rustico al centro della cucna, cominciano a comparire i primi preparativi per il pranzo del giorno dopo. E’ soprattutto il giorno dello zelten e quindi della lunga preparazione della frutta secca. Si rispolvera il ricettario di famiglia ed alcune ricette del nonno, una per tutte, il pollo ripieno. E’ il giorno degli odori “de-javù”. Succede così, ogni anno, il profumo dello zelten misto all’abete, quello delle carni misto alla cera delle candele, la musica ed i ritmi della vita che finalmente si allentano. Tutto culmina nella sera con l’apertura dei regali vicino al camino.

Ecco il Natale. La tavola del pranzo che vedrà la famiglia riunita, sarà volutamente sontuosa. Il rosso lascerà volentieri lo spazio al bordeaux e al vinaccia, come di fatto ispira l’ambientazione quotidiana. Tovaglia candida e sottotovaglia in tessuto pregiato, accoglieranno il servizio delle feste di Rosenthal, bicchieri di cristallo e l’argenteria.

Ma soprattutto ci saremo noi e le nostre vite. Le nostre speranze saranno negli occhi dei nostri bambini, di quelli che già ci riempiono la vita e di quelli che stanno per arrivare. Lo scambio degli auguri, quelli “consapevoli”, che partono dal cuore ci avvicineranno, anche fisicamente, a chi amiamo.

Che sia davvero un Buon Natale.

TESTO – ds

FOTOGRAFIE – ds @Casa Campanelle

MUSICA – stille nacht http://www.youtube.com/watch?v=-5kO46s7AWE

Ah, lo Zelten!

foto Agh

Quando comprate il panettone, cercate di sceglierlo tra quelli di qualità, ma non dimenticatevi di fare lo Zelten a Natale!

Per più di un motivo.

Primo perché, come dice il nome d’origine ‘selten’ (dal tedesco: talvolta, raramente), questo meraviglioso dolce della tradizione regionale veniva preparato solo per Natale, in particolare per il rientro a casa dopo la Messa di mezzanotte, come gesto di ringraziamento per i cibo.

Poi perché si può fare in casa, ciascuno in modo diverso secondo le usanze della propria zona, a differenza dell’omologazione di molti dolci da grande distribuzione.

E infine perché proviene dalla cucina povera ed essendo un ‘pane arricchito’ ha il sapore della semplicità e il vero gusto delle festa.

Un curiosa leggenda narra che lo Zelten veniva preparato dalla giovani ragazze per essere donato al futuro marito. In casa infatti si preparava uno Zelten grande per la famiglia ed altri piccoli da regalare.

am*

 

*Antonio Maini per Gustamus

Gift list, il pensiero giusto alla persona giusta

 

Cosa ABBONAMENTO A “LA CUCINA ITALIANA”

Per chi Per chi ama la cucina e cucinare

Perché Oggi il nuovo ricettario da tenere in cucina è l’iPad e “La cucina italiana” propone delle app davvero emozionanti. La mia preferita è “Cioccolato”. Ma in una cucina che si rispetti, accanto al ricettario di famiglia, si auspica che ci sia anche qualche numero cartaceo de “La cucina italiana”. Un must è il numero di dicembre con le imperdibili proposte per il pranzo di Natale e il buffet di Capodanno e con i consigli di classe per apparecchiare la tavola delle feste. Quindi, facciamo i classici, apprezzeranno sicuramente! Con il numero di dicembre poi, c’è lo speciale “abbonamento Natale” , uno sconto del 50% per due anni.

Visto nella cucina super chic di un amico gourmet

Dove in tutte le edicole

tempi&modi del Natale, attesa e Luce

immagine-017

La Corona di Avvento è composta da quattro candele che vengono accese man mano in ogni domenica d’Avvento segnando il tempo, le quattro settimane, che separano dal Natale.

La “Corona di Avvento” ha come base un tema legato alla natura:  i rami di pino o di abeti verdi, simbolo di vita eterna e segno di speranza, mentre le candele simboleggiano la Luce che arriverà e sconfiggerà le tenebre, il male e la morte.

La corona ha una forma circolare perché fin dai tempi più antichi il cerchio rappresenta il segno dell’eternità e al tempo stesso dell’unità; la sua forma circolare ricorda il ciclo delle stagioni. E’ inoltre un segno di regalità e di vittoria (basta ricordare che nella Roma Antica i vincitori delle guerre e dei giochi venivano insigniti di corone d’alloro).

La “Corona di Avvento” viene ornata con dei nastri: ogni colore ha un significato. Quest’anno ho scelto l’oro, segno di regalità ma anche un augurio che mi voglio fare: riscoprire il vero VALORE delle cose.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: