Luoghi così…

entrance_page

AEDES DE VENUSTAS

new yoyk

Situato nel cuore del West Village a New York, la boutique di Aedes de Venustas è una meta fondamentale per chi cerca fragranze rare da scoprire in un contesto sensoriale unico e raffinato. Ed ancora più straordinario è l’e-shop di Aedes de Venustas, un incredibile viaggio nei luoghi dell’eccellenza, della qualità e del lusso dell’alta profumeria di nicchia.

Cornel Lucas, la prima volta a New York

Dal 6 settembre al 28 ottobre 2012 una mostra delle opere di Cornel Lucas è ospitata da Fiorentini + Baker nel negozio e showroom di New York. Per la prima volta il celebre fotografo britannico, che festeggerà il suo 92esimo compleanno durante il periodo di apertura dell’esposizione, espone al pubblico le sue opere a New York. 

Stampe contemporanee e stampe d’epoca originali, che ritraggono alcune delle star più celebri del cinema, sono protagoniste di una retrospettiva che copre quasi cinque decenni.

Durante i suoi oltre settanta anni di carriera, Lucas ha fotografato diverse tra le più grandi stelle del mondo del cinema, sui set cinematografici dei Pinewood Studios a Londra e di tutto il mondo. Marlene Dietrich è stata probabilmente il soggetto più celebre e il primo di molti volti immortalati da Lucas al culmine della loro celebrità. Brigitte Bardot, Joan Collins, Katherine Hepburn, Jean Simmons, Claudia Cardinale, David Niven, Lauren Bacall, Federico Fellini, Gregory Peck, Diana Dors, Steven Spielberg e molti altri personaggi noti, sono stati catturati dall’obiettivo di questo fotografo, contraddistinto dal suo elegante stile film-noir.

 

Le sue immagini incarnano in tutto lo stile e il fascino di un’epoca: questa forte caratterizzazione temporale ha conquistato a tal punto Deborah Baker, designer e proprietaria del marchio di calzature Fiorentini + Baker, da spingerla ad invitare Lucas ad esporre nel flagship store Fiorentini + Baker in Mercer Street, a New York. “Quando ho visto per la prima volta il lavoro di Cornel in una galleria di Londra sono rimasta subito affascinata dalla bellezza e dallo stile che sprigionavano le sue immagini” – spiega Deborah Baker – “Raccontano un’era di stile e di glamour che ammiro molto e l’originalità del suo lavoro ha rappresentato per me un’importante fonte d’ispirazione. Siamo davvero orgogliosi di ospitare questa entusiasmante mostra”.

Cornel Lucas è stato il maestro del banco ottico formato 12 x 10: ritratti mozzafiato, ricchi di dettagli, pieni di vita e di luminosità. Lucas, l’unico fotografo ad aver mai ricevuto un BAFTA (British Academy of Film and Television Arts), il prestigioso premio del cinema britannico, per i suoi servizi per l’industria cinematografica, è definito dalla rivista inglese Royal Academy come “uno dei più grandi fotografi inglesi di ritratti del XX secolo”.

“Avevo dieci anni quando mia madre mi ha regalato una macchina fotografica Kodak Brownie. Grazie a questa fotocamera e alle mie sei sorelle, che ho obbligato a posare per me, ha avuto inizio la mia passione per la fotografia. Il mio primo desiderio era quello di sfruttare luci e ombre per far risaltare la bellezza e la sensualità dei miei soggetti” – spiega Lucas – “Lavorando all’inizio della mia carriera nell’industria cinematografica, sono stato fortemente influenzato dai migliori registi e cineasti, sia inglesi sia americani. Sono entusiasta di esporre a New York, sarà la mia prima volta, e ringrazio Deborah Baker per avermi gentilmente offerto questa meravigliosa opportunità”. 

La mostra inaugura il 5 settembre con un opening su invito e sarà ospitata fino al 28 ottobre da Fiorentini + Baker, a Soho, NYC. Tutte le opere esposte, sia le stampe originali d’epoca sia quelle contemporanee, saranno in vendita al pubblico. 

Il lavoro di Cornel Lucas è esposto nelle collezioni permanenti di prestigiose istituzioni come la National Portrait Gallery, il Victoria & Albert Museum, la Photographer’s Gallery (Londra) e il National Media Museum (Bradford). Le sue opere sono state esposte anche presso la Fetterman Peter Gallery (Los Angeles).

E’ tornata la stagione del raccolto

Lina Sotis dalle pagine di Sette (Corriere della Sera) racconta: “La prima coda di cavallo che ho visto a New York era sofisticata, elegante, argentea, trattenuta da un nastro nero di seta che ricordava quelli anni 60 di Chanel. La indossava, sicura, una ragazza sui 70 anni, che usciva da quello che fu l’hotel Plaza prima di diventare il building delle case più eleganti di Manhattan. La signora salì sulla limu e scomparve nel traffico”.

Un nuovo trend molto chic che arriva direttamente da New York dove la portano indistintamente tutte le ragazze, dai 13 ai 93 anni, bionde, castane, bianche, mechate. Ovunque, per strada, al parco, al ristorante, a teatro, ai grandi magazzini, a casa, al lavoro, all’università; comunque, selvaggia, ordinata, raccolta; e dunque, bentornata coda di cavallo!

 da Lina Sotis (Sette), foto da roseinthewind.com

Miranda as Monica

Miranda Kerr x Terry Richardson for Harpers Bazaar

Il fotografo Terry Richardson ha recentemente immortalato Miranda Kerr a Brooklyn NY per la rivista Harpers Bazaar. Le fotografie vedono una straordinaria Miranda incarnare l’estetica degli anni cinquanta; in un video esclusivo girato sempre da Richardson, la top model interpreta Monica Vitti indossando una selezione di abiti di lusso di questa stagione.

E’ tutto QUI

Hommage, il lusso di una rasatura ad arte

Nel cuore di New York c’è un angolo di paradiso riservato a soli uomini, uno spazio extra lusso elegante e raffinato di assoluto relax anche se immerso nella caotica Manhattan. Hommage Atelier by Julien Farel è un ambiente rilassato che richiama le atmosfere di un tranquillo salotto di casa, nel quale si viene invitati a togliere scarpe e giacca ed indossare comode pantofole e vestaglie da camera, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di scotch. Ad ogni cliente viene riservato un trattamento personalizzato, dal massaggio alle mani al taglio di capelli alla rasatura Hommage, in un ambiente dove il design e la comodità si sposano perfettamente.

Hommage è il brand di spicco nell’immaginario maschile del lusso moderno e nel 2004, mostrò al mercato a quali vette di eccellenza mirava: presentò un rasoio a lama da 25mila euro in acciaio di Damasco, lo stesso utilizzato nel Medioevo per le lame delle spade.

Da allora il brand parigino non ha smesso di perfezionare l’arte della rasatura proponendo strumenti sofisticati e lussuosi. Il suo marchio di fabbrica resta però il set da rasatura formato da un rasoio cromato placcato in rame e nickel (compatibile con lamette Gillette Mach3) e da un pennello cromato in pelo di tasso. Oggi è proposto in quattro variazioni. L’ultimissimo sviluppo propone soluzioni ingegneristiche, con rasoi e pennelli dall’impugnatura realizzata in fibra di carbonio tessuta a mano come fosse una fibra tessile e presentato in una raffinata scatola laccata di legno della Tanzania.

www.hommage.com

Per New York, a (s)passo di danza

Per chi ama danza e fotografia, è un progetto importante, per tutti gli altri è un modo nuovo di visitare New York, scegliendo come guida due forme d’arte. E’ Ballerina Project, una ricchissima raccolta di immagini realizzata nelle strade di New York, da Brooklyn a Central Park, dal Queens a Coney Island.

Una decina di anni fa, Dane Shitagi, un giovane fotografo originario di Honolulu, camminava per le vie di Broadway alla ricerca di una ballerina che potesse aiutarlo a realizzare un progetto fotografico, ovvero catturare immagini di danza in contesti urbani.

E’ nato così Ballerina Project, un progetto artistico che celebra la danza e la fotografia grazie alla forma, la fisicità e le emozioni dei corpi flessuosi in estrema armonia con il paesaggio.

La maggior parte delle protagoniste degli scatti sono ballerine professioniste e in parte, allieve a fine percorso di famose scuole di danza.

Da ispirarsi sul sito web http://ballerinaproject.com/ da seguire su http://www.facebook.com/pages/ballerina-project/22455674948?sk=app_4949752878

Questa presentazione richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: